Ungaro_banner

Offerte Carrefour




ACU Noi Consumatori 4^puntata nuova stagione: LE VENDITE PORTA A PORTA. Conduce Tiziana Bagnato con la partecipazione dell'avv. Sergio Tomaino, presidente regionale ACU CALABRIA








LANCIO_SMART

Ricerca

FARMACIE DI TURNO

logo_farmacia

STASERA IN TV


stasera-in-tv-finale

IL METEO

Il Meteo

LIBRI IN RECENSIONE

libri

Romanzi
Gianfranco Turino: CROTONE, un attimo di storia. 6 settembre 1993. Giorni di rabbia, giorni di rivolta. BOOK SPRINT EDIZIONI
Gianfranco Turino: CROTONE, un attimo di storia. 6 settembre 1993. Giorni di rabbia, giorni di rivolta. BOOK SPRINT EDIZIONI La Calabria non è una regione a tradizione industriale, i vari tentativi per farla etichettare come tale, sono miseramente falliti con  il risultato...
Rubbettino
'Ndrangheta padana di Enzo Ciconte. Buon vespero e santa sera ai santisti! Con parole d’umiltà formo la santa società. RUBBETTINO EDITORE
'Ndrangheta padana di Enzo Ciconte. Buon vespero e santa sera ai santisti! Con parole d’umiltà formo la santa società. RUBBETTINO EDITORE E' con queste parole che si apre il giuramento di affiliazione alla 'ndrangheta intercettato dalle microspie dei carabinieri del Ros di Milano, che...

Home arrow In Città arrow Cronaca arrow Il padrino Giuseppe Giampà si è pentito perchè aveva paura

Il padrino Giuseppe Giampà si è pentito perchè aveva paura

giovedì, 29 agosto 2013

giuseppe-giampE' trascorso quasi un anno da quando Giuseppe Giampà, dopo il suo arresto nell'operazione "Déjà Vu", ha iniziato a collaborare con la giustizia. In un colloquio con la moglie nel carcere manifestò preoccupazione per la situazione che si era creata in città

Sono trascorsi 25 mesi e 8 giorni dal momento in cui Giuseppe Giampà, figlio del boss Francesco soprannominato il "professore", fu sottoposto a fermo di indiziato di delitto dalla Squadra Mobile di Catanzaro, poi trasformato in custodia cautelare in carcere nell'ambito dell'operazione "Déjà Vu". Insieme a lui, con l'accusa di estorsione aggravata dal metodo mafioso ai danni di due imprenditori, G. C. e A. C. impegnati nella realizzazione di complessi edilizi in città, furono fermati Domenico Chirico, Angelo Torcasio e Battista Cosentino. Questi ultimi, dopo pochi giorni dal loro fermo, decisero di diventare collaboratori di giustizia, incominciando così a delineare gli scenari delle organizzazioni criminali lametine nei diversi settori dell'economia locale, sgretolando quel muro di omertà che circondava la cosca Giampà.
Dichiarazioni che contribuirono inoltre a delineare lo scenario giudiziario che il 26 giugno del 2012 si tradusse nell'importante operazione "Medusa", che portò in carcere ben 35 persone tra capi, gregari ed affiliati all'omonima cosca. Tra i destinatari del provvedimento anche il "professore" e Giuseppe Giampà che, dopo 13 mesi dal suo primo arresto, decise di diventare anche lui collaboratore di giustizia "svelando" tutti gli affari della cosca di cui era diventato "il padrino", dopo la scissione all'interno della stessa famiglia con lo zio Vincenzo Bonaddio, anche lui finito nel vortice delle inchieste "Medusa" e "Perseo".

Ma perché l'ex padrino ha deciso di trasformarsi da «pericoloso e cruente criminale» che sentenziava la morte degli avversarsi, in un collaborate ai giustizia svelando così il perverso intreccio malavitoso? Un interrogativo al quale tutti cercano di dare una risposta, anche perché nei verbali, così come hanno fatto gli altri collaboratori, non ha mai spiegato il motivo della sua scelta di diventare un collaboratore di giustizia.
Giuseppe Giampà, probabilmente, ha deciso di abbandonare la famiglia di appartenenza e diventare un "assistente" dello Stato perché anche lui, come gli altri pentiti, temeva delle ritorsioni, delle vendette da parte delle cosche avversarie o addirittura dall'interno della stessa famiglia. Un aspetto, questo, che emerge da un colloquio avvenuto all'interno del carcere di Siano con la moglie Francesca Meliadò, ancor prima di essere raggiunta dal provvedimento restrittivo nell'ambito dell'operazione "Medusa". In questo colloquio, infatti, la moglie manifesta di avere paura per «Mario» e confessa di non dormire la notte. Per questo il marito le suggerisce di dire a Mario» di andarsene da Lamezia. Probabilmente «Mario» è un parente della Meliadò che temeva per la sua incolumità personale e non solo.
Durante il colloquio marito e moglie mostrano forte preoccupazione per la situazione che si era venuta a creare in città. Ma a spingere Giuseppe Giampà a diventare un "servitore" della giustizia, oltre a temere per la sua incolumità e quella dei parenti, sono state anche le dichiarazioni di alcuni collaboratori, soprattutto quelle di Saverio Cappello che lo accusava di essere coinvolto in più azioni omicidiarie così come è emerso dagli atti di "Perseo", che lo vedono mandante di diversi omicidi compiuti in città dal 2004 al 2011.
Giuseppe Giampà ha deciso di diventare collaboratore di giustizia dopo circa 13 mesi dal suo arresto, ed esattamente il 6 settembre del 2012, chiedendo «tramite un familiare di essere sentito, in quanto è mia volontà iniziare un rapporto di collaborazione con la giustizia».
Le dichiarazioni di Giuseppe Giampà hanno consentito alla Dda di Catanzaro, ma soprattutto agli uomini della sezione della criminalità organizzata della Squadra Mobile di Catanzaro, di scoprire «una holding criminale con svariati rami d'azienda, truffe, droga, estorsioni, a cui partecipavano anche professionisti come medici, avvocati, periti e con legami con la politica».
Una cosca quella dei Giampà che per anni, così come emerge dal materiale probatorio che sorregge i molteplici provvedimenti emessi, ha imposto «il dominio soffocante e oppressivo del territorio lametino, da sempre al centro degli interessi, spesso contrapposti, di cruente organizzazioni mafiose la cui sete di potere, di fatto, ha finito con l'impedire alla popolazione civile e agli onesti operatori commerciali l'esercizio di quelle libertà fondamentali, di scelta, di iniziativa economica, di voto, che sono patrimonio irrinuncia bile dell'uomo».
Giuseppe Giampà, fino al giorno del suo arresto, era "Padrino" della omonima cosca, ed aveva «l'autorità, in quanto figlio de "U Prufissuri" di prendere ogni decisione finale, anche in ordine al compimento di azioni omicidiarie per conto della cosca, di dirimere controversie tra gli affiliati, di gestire il controllo del territorio in generale e il traffico degli stupefacenti in particolare e, a partire dal gennaio 2011, di gestire tutte le estorsioni sul territorio di competenza (Nicastro) e zone limitrofe nonché di ordinare omicidi, costituendo altresì importante elemento di collegamento con la ramificazione del "locale" sito in Giussano, in provincia di Milano, attraverso i rapporti privilegiati con Antonio Stagno, soprattutto per l'approvvigionamento di armi e droga».
Un soggetto al quale si rivolgevano in molti anche per compiere atti intimidatori ed omicidi. Come nel caso di un politico che «si rivolse a lui per compiere un atto intimidatorio» o di un soggetto, parente di un altro politico, che si rivolse sempre a Giampa, come riferì in un interrogatorio Angelo Torcasio, «per eliminare una persona che essendo gestore di una ditta di videopoker, faceva concorrenza, dando fastidio, a un altro commerciante del settore amico di Giuseppe Giampà». (Gazzetta del Sud - G.na.)

Commenti Facebook:

0 Commenti

Non vi sono commenti. Sii il primo a commentare questo articolo!

Inserisci un commento
Non verrà pubblicata

Notificami via e-mail le risposte
Ortografia Ortografia

Lameziainstrada su Facebook

Edil Brico S.r.l.

Edil_Brico_Logo_205

Bellezze Nostrane

"bellezze" nostrane!!!

Scrivi a Lameziainstrada

email2

Trasmettici le tue segnalazioni !!!

News Associazione ACU


logo_ACU-Calabria_finale

News ed informazioni
ACU CALABRIA: l'Eni dovrà riconoscere indennizzo a oltre 100mila clienti per disservizi su bollette
ACU CALABRIA: l'Eni dovrà riconoscere indennizzo a oltre 100mila clienti per disservizi su bollette L’avv. Sergio Tomaino, Presidente di ACU Calabria, informa che l’Eni dovrà riconoscere 25 euro di...
dom lun mar mer gio ven sab
44 ott ott ott ott ott ott 01
45 02 03 04 05 06 07 08
46 09 10 11 12 13 14 15
47 16 17 18 19 20 21 22
48 23 24 25 26 27 28 29
49 30 dic dic dic dic dic dic
Prossimi eventi:

Non ci cono prossimi eventi.

Oggi, 2014/11/22
Italia, IT

Il Sole Sorge: 08:31
Tramonta: 16:59

Luna:
New Moon

Accesso Utente





Accessi dal 01/01/2012

Città, Lametino e Calabria

Manifestazioni Lamezia Terme
Calabria Etica, martedì 25 novembre al teatro Umberto di Lamezia convegno “Educhiamo al rispetto”, in occasione della Giornata dedicata all’eliminazione della violenza contro le donne
Calabria Etica, martedì 25 novembre al teatro Umberto di Lamezia convegno “Educhiamo al rispetto”, in occasione della Giornata dedicata all’eliminazione della violenza contro le donne Nell’ambito della “Giornata dedicata all’eliminazione della violenza contro le donne” si svolgerà  martedì 25 novembre alle ore 9, 00 il convegno “Educhiamo al rispetto”, organizzato dai Centri...
Cronaca Lamezia Terme
LAMEZIA TERME: processo ai due medici accusati di omicidio colposo per la morte della bambina Sara Michienzi. Un'arteria fu recisa nella gola e non venne suturata bene
LAMEZIA TERME: processo ai due medici accusati di omicidio colposo per la morte della bambina Sara Michienzi. Un'arteria fu recisa nella gola e non venne suturata bene Sara poteva essere salvata. Aveva 9 anni e arrivava da Monteporo. Morì soffocata dal suo sangue «La complicanza non è stata tratta in modo idoneo». I due periti d'ufficio hanno accusato i medici che...
Manifestazioni Lamezia Terme
Lo scorso 16 novembre a Vena di Maida, la Pro Loco ha festeggiato i suoi trent’anni di attività
Lo scorso 16 novembre a Vena di Maida, la Pro Loco ha festeggiato i suoi trent’anni di attività Nei saluti di apertura della manifestazione l’attuale Presidente Francesco Panza ha ricordato tutti i Presidenti che lo hanno preceduto, e in particolare colui che fondò la Pro Loco Vena l’11...
Politica Calabria
Borgia: innovare nella cultura per far crescere il territorio
Borgia: innovare nella cultura per far crescere il territorio Il Sindaco propone l’istituzione del “Distretto culturale di Scolacium”, all’interno del quale far nascere lo ScolaciumHubL’Amministrazione Comunale di Borgia è convinta che una valorizzazione dei...
Notizie varie Lametino
Al Tchaikovsky, per l’inaugurazione del nuovo anno accademico, la visita del nuovo Direttore Generale del MIUR AFAM, il Dott. Mario Alì e rappresentanze istituzionali internazionali
Al Tchaikovsky, per l’inaugurazione del nuovo anno accademico, la visita del nuovo Direttore Generale del MIUR AFAM, il Dott. Mario Alì e rappresentanze istituzionali internazionali Parte il nuovo anno accademico dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Tchaikovsky di Nocera Terinese (CZ), la cui cerimonia inaugurale si è svolta il 18 novembre con due appuntamenti, quali la...

Nazionale e Mondo

Economia
SALDO IMU: casi particolari. Scade il 16 dicembre il versamento del saldo IMU per il 2014
SALDO IMU: casi particolari. Scade il 16 dicembre il versamento del saldo IMU per il 2014 La rata di dicembre si calcola applicando le aliquote approvate dai Comuni, pubblicate nel sito del Dipartimento delle Finanze, e sottraendo quanto già versato a titolo di prima rata a giugno.Il...
Attualità
Antongiulio Grande ha presienziato il prestigioso evento "Sposi del nuovo millenni". Sabato a Malta insieme a Trussardi e Spagnoli
Antongiulio Grande ha presienziato il prestigioso evento Domenica scorsa, l'annuale prestigioso evento "Sposi del nuovo millennio", organizzato dall'imprenditrice abruzzese Nora Liberi, tenutosi al Palacongressi d'Abbruzzo, ha visto la partecipazione...
Economia
FISCO, CARLOMAGNO: rimborsi in arrivo per 860mila contribuenti
FISCO, CARLOMAGNO: rimborsi in arrivo per 860mila contribuenti ROMA - Buone notizie per 860.000 Contribuenti italiani: entro Natale otterranno rimborsi fiscali per 2,3 miliardi di euro. L' Associazione Contribuenti Italiani Contribuenti.it, attraverso la...
Attualità
ANMIC: il prof. Nazaro Pagato eletto nuovo presidente Nazionale
ANMIC: il prof. Nazaro Pagato eletto nuovo presidente Nazionale Si è svolta a Roma, il XII congresso Nazionale ANMIC (Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili.  Ente morale che per legge (Decreto del Presidente della Repubblica 23 dicembre 1978) ha il...
Economia
CRISI, CONTRIBUENTI.IT: l'84% dei giocatori d'azzardo è povero
CRISI, CONTRIBUENTI.IT: l'84% dei giocatori d'azzardo è povero AOSTA - Il 55% dei giocatori è nullatenente mentre un ulteriore 29% dichiara al fisco di guadagnare meno di 10mila euro all'anno. In pratica l'84% dei giocatori sono poveri con la social card.A...

Scuola e Rubriche

Spazio Domenico Romeo
Dalla grande guerra all'esodo degli Italiani
Dalla grande guerra all'esodo degli Italiani Il Movimento Nazionale Istria Fiume e Dalmazia, con il patrocinio del Comune e della Provincia di Milano, ha indetto una  Conferenza relativa al  tema: “Dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale,...
Scuole
Prestigioso riconoscimento nazionale all'Istituto Comprensivo "G. Rodari" di Soveria Mannelli
Prestigioso riconoscimento nazionale all'Istituto Comprensivo L’istituto  Comprensivo “Gianni Rodari “di Soveria Mannelli (CZ), vincitore del primo premio nazionale “L’Albero Maestro”Soveria Mannelli – L’Istituto Comprensivo “Gianni Rodari” di Soveria Mannelli,...
ANGOLO GIOVANI di A. Filardo
Sanità in declino di Alessandro Filardo
Sanità in declino di Alessandro Filardo Ci sono momenti in cui un popolo deve reagire realmente contro i soprusi per tentare di migliorare il proprio contesto vitale.Nella città di Lamezia sono tante le problematiche entro cui deve...
Scuole
Approvata dall’Assemblea autoconvocata dei docenti del Liceo “Tommaso Campanella” di Lamezia Terme una mozione contro il Piano Scuola di Renzi
Approvata dall’Assemblea autoconvocata dei docenti del Liceo “Tommaso Campanella” di Lamezia Terme una mozione contro il   Piano Scuola di Renzi Stefania Giannini, fin dal suo insediamento al Miur nel febbraio 2014, ha sostenuto che la scuola è «da tempo una spesa e non un investimento del paese e che la governance della scuola va dunque...
Spazio Domenico Romeo
Il CUORE oltre l'OSTACOLO: Tutti con Armandino!
Il CUORE oltre l'OSTACOLO: Tutti con Armandino! Gli effetti del calcio moderno continuano a produrre polemiche e contestazioni dentro e fuori gli spalti degli impianti sportivi.Ad essere tirate in ballo, ancora una volta, sono le assurde regole...
Free Joomla Templates by JoomlaShine.com